La pensilina

La pensilina, fatta di cemento, vetro e acciaio, un luogo pubblico di attesa.
Il mio corpo è costretto a muoversi poco, la mente invece vaga e se l’attesa è lunga abbastanza, capita che il cancello del mio giardino interiore si apre. Entrando i miei occhi volano sopra un prato profumato di sottile leggerezza, cammino tra alberi che sussultano allungandosi o attraverso zone oscure con cespugli trasparenti tra i quali sbocciano luminose farfalle. Scavando sotto terra incontro grovigli di memoria, sulle cui venature, ricrescono subito foglie timorose colpite dalla luce. Raccolgo alcuni frutti misteriosi caduti a terra e frammenti di involucri di vita trasformata, per studiarli più tardi.
Eva Gerd ottobre 2016

pensilina wp.jpg

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s